Prova di Scattti con la Nikon D5500

Quando guardavo la serie Nikon D5500 di reflex digitali, lo facevo è in genere con la coda dell’occhio mentre facevo dello shopping su Costco. Si trova in una grande scatola di colore giallo, in vendita combinata con un obiettivo, sacchetto della macchina fotografica, e, probabilmente, una scheda di memoria. Sono le macchine fotografiche di cui non sono mai stato particolarmente entusiasta, a differenza dei modelli di fascia superiore di Nikon come la D7200 e D750.

Le cose sono cambiate quando la D5500 è atterrato sulla mia scrivania. E’ compatta e facile da tenere. Full optional, ma ancora accessibile. Ed è piuttosto a buon mercato, forse troppo, al prezzo di $ 899 con un obiettivo telescopico 18-55mm. Forse la più grande sorpresa è stata quando ho attaccato un paio di obiettivi di fascia media di Nikon e sono andato a caccia di immagini per un paio di giorni. I risultati sono stati davvero impressionanti. Ho subito capito che, nonostante il suo aspetto tranquillo la D5500 è piuttosto una tranquilla fonte di potere.

d5500 flora

Devo ammettere che io non sono di un fan delle reflex digitali molto compatte, e questo è dovuto principalmente al fatto che ho speso troppo tempo con le Canon e con le loro piccole impugnature. Nikon ha fatto proprio sulla D5500, soprattutto sulla parte di impugnatura, il lavoro più approfondito. Anche con le mie mani più grandi della media si impugna perfettamente e in modo sicuro.

Dove il design della Nikon D5500 perde un po’ è con i tasti – che sono piccoli (ed è qualcosa in cui molti dei miei colleghi sono d’accordo, quindi la cosa non riguarda solo me). Mi rendo conto che lo spazio sia molto limitato in questa piccola reflex digitale, ma Nikon avrebbe potuto disporli meglio. E se capisco che Nikon ha bisogno di differenziare i suoi modelli in qualche modo, una seconda tastiera di controllo avrebbe reso la  D5500 più piacevole da usare.

d5550night

Mentre il display LCD da 3,2″ completamente articolatp non è una novità per la D5500, la funzionalità touch lo è. Questo porta caratteristiche evidenti come la messa a fuoco e di scatto eseguite con la pressione su diplay, la navigazione del menu, e la riproduzione delle immagini in stile smartphone. E anche se questo può sembrare non degno di nota, ho trovato il touchscreen particolarmente utile per la navigazione menu di scelta rapida della fotocamera, che si attiva premendo il tasto ‘i’ sulla sua tastiera posteriore. Per un qualche motivo Nikon ha deciso che non è possibile utilizzare la tastiera per regolare tali voci di menu – ma solo con il joystick. Utilizzando il touch screen invece mia ha reso la vita più facile.

nikonmenu1

Anche se non ha una guida ‘mostrami come fare questo’ come sulla entry-level D3300, Nikon non ha dimenticato che molti acquirenti D5500 avranno relativamente poca esperienza con le fotocamere reflex digitali. Quando si utilizza il live view in modalità Auto, la fotocamera seleziona uno dei cinque programmi di ripresa per voi. C’è anche una buona selezione di modalità di scena che è possibile selezionare manualmente, come lo sport (regolazione rapida di velocità dell’otturatore + scatti ad alta velocità) e al tramonto / alba (usa il bilanciamento del bianco personalizzato). Ci sono anche la solita selezione di effetti speciali e una funzione HDR (disponibile solo nelle modalità P / A / S / M).

nikonmenu1

Un paio di altre caratteristiche degne di nota sono l’Auto ISO, timer a intervalli, e sistema di modifica immagini RAW direttamente sulla macchina. So che le mie mani possono tremare per rendere le immagini offuscate, e funzione Auto ISO della D5500 mi permette di impostare una funzione come ‘piano’. Posso quindi scegliere la sensibilità che voglio sulla macchina, quindi se non voglio utilizzare 25.600, posso impostare il limite al di sotto di quella soglia. Un’altra opzione, che non è facile da raggiungere (impostazioni della sensibilità ISO -> Tempo di posa minimo -> Sistema), consente di regolare quanto velocemente il velocità dell’otturatore cambia, con 1/lunghezza focale equivalente come base, in modo da avere l’Auto ISO che reagisce esattamente come ti aspetti.nikoniso

La funzione intervallo timer è stato ottimizzata un po’ dalla Nikon D5300, ora offre la possibilità di richiedere fino a 9999 scatti, così come l’aggiunta un’esposizione funzione di smoothing. Questa funzione confronta l’esposizione a quella dello scatto precedente, quindi non ci sono cambiamenti radicali nella luminosità con la sequenza che progredisce.

editnikon

Un altro strumento utile offerto dalla Nikon D5500 è l’elaborazione del formato RAW sulla macchina, che consente di regolare cose come l’esposizione, il D-Lighting e il bilanciamento del bianco, con i risultati salvati in formato JPEG. Ho trovato questa funzione particolarmente utile quando ho voluto ritoccare una foto prima di condividerla su Facebook.

android-appnikon

Una caratteristica che ho usato sempre di più sulle telecamere negli ultimi 1-2 anni è Wi-Fi. Non tanto per la cattura da remota, ma per condividere rapidamente le foto su Facebook o via e-mail.

Nikon marchia le sue funzioni wireless come ‘SnapBridge’, ma in realtà è la stessa vecchia connessione Wi-Fi che tutti noi amiamo e conosciamo ene. Dopo aver scaricato la WirelessMobileUtility per iOS o Android, è possibile collegare il telefono alla macchina fotografica tramite pulsante o su PIN WPS, o inserendo l’SSID (il D5500 non supporta il NFC).

Una volta connessi troverete una serie di possibilità davvero basica che rendono l’applicazione molto meno utile di quanto dovrebbe essere. Si può prendere il controllo della fotocamera (solo per immagini fisse), ma non si possono effettivamente modificare le impostazioni, a parte accendendo l’autoscatto o selezionando un punto focale – e solo su alcuni dispositivi. Sul mio Galaxy Note 4 non sono riuscito a selezionare il punto di messa a fuoco. Il mio collega Richard ha un Moto X con sistema operativo Android 5, che non riusciva nemmeno a mantenere una connessione con la macchina fotografica. Un altro collaboratore di HTC One M8 – anche lui con Android 5 – e potrebbe collegarsi, ma la connessione telecomando non ha funzionato. Ho provato la versione iOS su un iPhone 5 e ha funzionato come reclamizzato.

Il trasferimento di foto dalla fotocamera a smartphone funziona bene (ammesso che abbiate un telefono cellulare che resti costantemente collegato). Vale la pena sottolineare è che mentre è possibile selezionare le immagini in formato RAW per il trasferimento, in realtà è effettivamente trasmesso solo il JPEG.

Un’ultima cosa che è specifica per la versione Android del app (e lo è stato per molti anni) è che l’applicazione non si chiude – anche se questa è scollegata dalla fotocamera – e resta nel pannello di notifica fino a quando non ne viene forzata la chiusura.